Comprendere la Dipendenza Sessuale: Quali Comportamenti e Test

Comprendere la Dipendenza Sessuale: Quali Comportamenti e Test

Maurizio Rabuffi - ven 10 dic - tecniche psicologiche , cologno monzese , trauma , milano

Esiste un dibattito spesso controverso fra ricercatori e professionisti sulla classificazione dei disordini sessuali. Attualmente, il DSM-5 (il Manuale Diagnostico e Statistico dei disturbi mentali), non riconosce la dipendenza sessuale come disturbo. L’ICD-11 (l’International Classification of Diseases), introduce invece la diagnosi di comportamento sessuale a carattere compulsivo e la include nella categoria dei disordini del controllo degli impulsi attraverso i seguenti criteri diagnostici:

  • le attività sessuali sono diventate il focus centrale della vita della persona, al punto di trascurare salute personale, interessi, attività e responsabilità (lavoro, genitorialità, ecc.);
  • la persona ha cercato di smettere ma, nonostante gli sforzi compiuti, il comportamento persiste;
  • il comportamento sessuale continua nonostante le conseguenze negative;
  • il comportamento sessuale continua anche se produce poco o nessun piacere;
  • il comportamento sessuale è presente da almeno 5 mesi.

Tra gli strumenti psicodiagnostici utili a valutare la dipendenza sessuale è possibile utilizzare il SAST (Sexual Addiction Screening Test), un test di 45 domande i cui risultati permettono di discriminare fra comportamento dipendente e non-dipendente (un punteggio di 7 o più, in congiunzione con i criteri dell’ICD-11, richiede il trattamento).

La persona con comportamento sessuale a carattere compulsivo spesso prova senso di colpa e vergogna per i propri comportamenti sessuali. La compulsione sessuale compromette la relazione con il partner e crea una progressiva disconnessione tra sesso e intimità.

Tra i comportamenti sessuali che più frequentemente diventano oggetto di dipendenza possono essere elencati:

  • Pornografia;
  • Masturbazione;
  • Chat erotiche;
  • Escort, massaggi sessuali, prostituzione;
  • Sesso online;
  • Partner sessuali multipli;
  • Esibizionismo o voyerismo;
  • Pratiche feticiste;
  • Zoofilia;

La dipendenza sessuale può essere vista come un meccanismo di difesa, una strategia per alleviare le emozioni negative e generarne di positive. Alcune persone descrivono la propria dipendenza come una sorta di anestetico: un modo per attenuare le emozioni difficili. L’effetto anestetico tende però ad esaurirsi e la pressione o l’urgenza di trovare sollievo dalle sensazioni negative e distaccarsi dalla realtà, porta al reiterarsi dei comportamenti sessuali.

Dipendenza sessuale: sintomi e cause

Le ragioni per cui alcune persone sviluppano una dipendenza nei confronti del sesso, non sono ancora state chiaramente definite. Come per molti altri disturbi, è probabile che esista un'influenza reciproca tra fattori biologici, psicologici e sociali.

I principali fattori di rischio di natura psicologica e sociale che possono portare allo sviluppo della dipendenza sessuale sono:

Dipendenza sessuale: come intervenire

Il trattamento del comportamento sessuale compulsivo prevede l'utilizzo di differenti strumenti tra loro integrati:

  1. la mindfulness;
  2. l'ipnosi;
  3. le tecniche di distrazione: attività alternative da intraprendere al posto dell'attività sessuale (ascoltare musica, leggere, correre...);
  4. le tecniche di rilassamento come ad esempio il training autogeno;
  5. il Neurofeedback Dinamico non Lineare.
  • interventi bottom up come la terapia sensomotoria e l'EMDR per la risoluzione degli effetti del trauma spesso sottostante il comportamento sessuale compulsivo. La risoluzione del trauma aiuta a cambiare l'equilibrio tra auto-regolazione autonoma (l'unica opzione possibile nel comportamento sessuale compulsivo) e regolazione interattiva.

L'intervento si conclude con un programma di prevenzione delle ricadute che aiuta la persona ad acquisire consapevolezza dei potenziali fattori di rischio e delle dinamiche cognitive e comportamentali che, in passato, hanno portato alla dipendenza sessuale. Analizzando le potenziali situazioni a rischio o le emozioni difficili da gestire, vengono predisposte strategie più funzionali in alternativa alla compulsione sessuale.

Maggiori informazioni per
comprendere la dipendenza sessuale

Maurizio Rabuffi, Psicologo - Psicoterapeuta specialista della Psicoterapia Sensomotoria, dell'Ipnosi, dell'EMDR, della Mindfulness e della Schema Therapy a Milano e Cologno Monzese

Psicologo - Psicoterapeuta competente a Milano e Cologno Monzese in Psicoterapia Sensomotoria, Ipnosi, EMDR, Schema Therapy e Mindfulness per intervenire sulla dipendenza sessuale.

Maurizio Rabuffi, Psicologo - Psicoterapeuta di Milano è un consulente professionista che aiuta e sostiene i suoi pazienti nel comprendere la dipendenza sessuale attraverso la Psicoterapia Sensomotoria, l'Ipnosi, l'EMDR, la Schema Therapy e la Mindfulness. Grazie all'intervento da lui offerto nei suoi studi, alla conoscenza e all’esperienza maturata, i soggetti affetti da comportamento sessuale a carattere compulsivo potranno ottenere risultati e miglioramenti clinicamente significativi. . Lo Psicologo - Psicoterapeuta di Milano è iscritto all'Albo degli Psicologi della Lombardia (Sezione A, nr. 18441). Nel corso degli studi ha approfondito gli aspetti teorici e metodologici della Programmazione Neuro-Linguistica (PNL), dello Psicodramma Moreniano, della Mindfulness, dell'Ipnosi Ericksoniana, dell'Eye Movement Desensitization and Reprocessing (EMDR), della Schema Therapy, dell'Ipnosi Regressiva, della Psicoterapia Sensomotoria e della Psicologia Aumentata.


Può essere contattato per un percorso di Psicoterapia Sensomotoria, Ipnosi, EMDR, Schema Therapy e Mindfulness per intervenire sulla dipendenza sessuale al numero 3479013916 oppure via mail scrivendo a info@rabuffi.it.

Riceve nei sui studi di Milano e Cologno Monzese:

ULTIMI ARTICOLI

Il trattamento del disturbo dipendente di personalità (DDP)

Il trattamento del disturbo dipendente di personalità (DDP)

Caratteristiche Il disturbo dipendente di personalità (DDP) è definibile come una condizione di eccessiva dipendenza dagli altri per supporto, guida e protezione. Le persone con DDP...

SCOPRI
Attraversare il lutto

Attraversare il lutto

Il lutto rappresenta sempre la fine di qualche cosa: la morte di una persona, la fine di una relazione, una malattia che cambia la nostra vita, un tradimento, un aborto… Come questa fine si...

SCOPRI
La schema therapy nella terapia di coppia

La schema therapy nella terapia di coppia

La Schema Therapy per le coppie (ST-C) è un modello di intervento che utilizza i principi della Schema Therapy per le interazioni tra i partner della coppia. I bisogni emotivi alla base...

SCOPRI
La compassion focused therapy per liberarsi dall’autocritica e dal senso di colpa

La compassion focused therapy per liberarsi dall’autocritica e dal senso di colpa

Un elemento centrale che contraddistingue l'autocritica è lo "stile di attribuzione interno", cioè l'abitudine di attribuire ogni errore o fallimento ad aspetti intrinseci della propria...

SCOPRI